Guida Towny

T1Generale Towny
T1.1Il grief è severamente vietato, in qualsiasi sua forma.
T1.2È vietata ogni forma di Trolling che porti al grief, o anche alla distruzione totale o parziale di strutture appartenenti ad una qualsiasi città.
T1.3Ogni sindaco è responsabile dei propri cittadini, eventuali comportamenti ostili degli stessi verso altre città al fine di evitare guerre o scontri, sono a suo carico.
T1.4Sono vietate ogni tipo di strutture che bypassano il gameplay di minecraft e i plugin, come farm automatiche di pesca, anti AFK...
T1.5È vietato accerchiare una città con claim per evitare che la stessa si espanda. In tal caso il sindaco sarà costretto a rimuovere i claim.
T1.6È vietato chiudere la propria città con un tetto di vetro o qualsiasi altro materiale, nel momento in cui ne abbia strettamente bisogno per motivi meteorologici, deve comunque farlo in modo decorativo e lasciare una via d'entrata accessibile a tutti i giocatori (cittadini e non).
T1.7È concesso attaccare una città alleata esclusivamente se la stessa non è sotto protezione, in tal caso l'alleanza cede. Sarà compito del sindaco digitare /t ally remove {nomecittà}.

T2Protezione
T2.1Una città appena creata riceve automaticamente un periodo di protezione pari a 15 giorni.
T2.2Se si è protetti e si attacca una qualsiasi città, si perde la protezione.
T2.3Non è consentito entrare a far parte di una città appositamente per far perdere la protezione tramite raid.
T2.4È vietato spingere un utente all'interno di un portale o lontano dalla propria città (protetta) per ucciderlo. È possibile ucciderlo esclusivamente se l'utente consapevolmente si sposta.

T3Guerre
T3.1Non è consentito schierare in guerra giocatori che non fanno parte della città dichiarante e non sono di città alleate.
T3.2Non è consentito schierare giocatori che sono entrati a far parte della città dopo aver scritto la dichiarazione. Non è comunque ritenuta valida una dichiarazione con uno schieramento i cui cittadini non risiedono nelle rispettive città da almeno 7 giorni.
T3.3In caso di rifiuto della guerra, la città dichiarante non può richiedere una guerra alla città assediata per 14 giorni e viceversa.
T3.4Non è consentito modificare la dichiarazione di guerra una volta pubblicata, fatta eccezione per la lista dei giocatori schierati.
T3.5E' obbligatorio specificare la città di appartenenza dei giocatori schierati.
T3.6Non è consentito rispondere alle dichiarazione di guerra, se non portando prove a favore o a sfavore di essa. E' consentito l'intervento solamente se si occupa una posizione di rilievo all'interno delle città interessate. Sono considerate posizioni di rilievo per le città Sindaco, Vicesindaco e Assistente. Qualora non si rispettasse tale regola, l'utente in questione verrà severamente sanzionato.
T3.7Ogni dichiarazione deve essere obbligatoriamente accompagnata da prove concrete (immagini/video). Non viene considerata come prova la testimonianza scritta.
T3.8Se la città assediata rifiuta la dichiarazione, e quindi non è disposta a partecipare alla guerra, sarà tenuta a pagare una resa alla città dichiarante.
T3.9Nel caso in cui si vengono a verificare problemi a livello di partecipazione è obbligatorio pagare una resa ed in base alla situazione, lo staff competente deciderà chi dovrà pagarla.
T3.10Nel caso in cui si vengono a verificare problemi a livello di organizzazione, la guerra sarà rimandata o annullata.
T3.11Se durante una guerra un utente viene sorpreso ad utilizzare Cheats, la pena verrà raddoppiata.
T3.12Le guerre hanno un'armatura di default che tutti i partecipanti dovranno procurarsi. Non è consentito uscire dai parametri indicati di seguito:
  • x1 Armatura: protezione IV indistruttibilità III
  • x1 Spada: affilatezza V indistruttibilità III aspetto di fuoco II
  • x1 Arco: potenza IV indistruttibilità III
  • x24 Pozione lanciabile: cura II
  • x4 Pozione bevibile: velocità II
  • x4 Pozione bevibile: forza II
  • x1 Pozione bevibile: resistenza al fuoco
  • x3 Mele d'oro
  • x24 Frecce